domenica 31 ottobre 2010

HALLOWEEN & la leggenda di Jack o' lantern

immagine presa dal web
Era il terzo anno consecutivo che Dan, Lucas e Nick, festeggiavano halloween insieme. Fino a dieci minuti prima avevano accompagnato Jenny e Rose a casa, e avevano spaventato le ragazze come al solito facevano ogni anno la notte di halloween, raccontando loro la leggenda di Jack o’ lantern, il ragazzo del bosco dalla figura esile assetato di sangue che ogni notte del 31 ottobre, girovagando con una lanterna aracione a forma di zucca, uccideva almeno tre ragazzi della sua età perché aveva venduto l’anima al diavolo.

I tre amici quell’anno avevano compiuto i 18 anni, l’età di Jack il maledetto, come lo chiamava Dan, il più burlone dei tre. Travestiti con tute nere con disegnato uno scheletro, una zucca in testa forata con bocca e occhi come voleva la tradizione, i tre saliti in macchina e lasciata la casa di Rose, l’ultima amica accompagnata, cantando allegramente si diressero verso il paese per tornare a casa. Ma sulla statale 35, la loro auto si fermò di colpo. Dan al volante sorrise, invocando lo spirito di Jack o’ lanter, Lucas imprecò, Nick che alla leggenda ci credeva impallidì, perché la loro auto si era fermata proprio a pochi metri dall’accesso al bosco dove si sarebbe dovuto aggirare il dannato spirito Jack.
Quella notte era fresca con il cielo terso e soffiava uno strano vento, come raccontava la leggenda di Jack’o lantern, Dan il burlone l’aveva ripetuto per tutta la sera, divertendosi a spaventare gli amici. La mezza luna che splendeva nel cielo rischiarava la strada e i ragazzi dovettero prendere una decisione. Dan propose di tagliare dal bosco, la statale buia a quell’ora era pericolosa e troppo lunga da percorrere a piedi, Lucas si preoccupò di prendere una pila trovata nel cruscotto dell’auto per illuminare la strada, mentre Nick era terrorizzato, voleva percorrere la statale e sperare nel passaggio di qualche macchina, ma soprattutto voleva evitare il bosco.
Tutto accadde velocemente, mentre Dan il burlone, ridendo e prendendo in giro i suoi amici invocava lo spirito di Jack, dalle sue spalle qualcosa l’afferrò e dopo aver emesso un grido lancinante, il ragazzo venne inghiottito dalle tenebre.
I due amici pensarono all’ennesimo scherzo di Dan, ma a un certo punto a entrambi, parve scorgere una figura longilinea con il mano una lanterna a forma di zucca. L’istinto dei ragazzi terrorizzati, fu quello di scappare e Lucas, con ancora la zucca in testa e la pila recuperata nel cruscotto della’auto, accesa stretta tra le mani, corse verso il bosco. Nick terrorizzato lo seguì.
Pochi metri dopo, nella radura all’interno del bosco, Lucas agganciato da una corda a una caviglia, rimase appeso a testa in giù a penzoloni da un robusto ramo di un grande albero come un animale preso in trappola, la maschera a forma di zucca che aveva in testa ruzzolò via insieme alla pila che il ragazzo aveva in mano, fermandosi casualmente sul sentiero pochi metri più avanti.  In un macabro scherzo del destino, la pila ancora accesa, finì proprio sotto la zucca che si illuminò mettendo in evidenza occhi e bocca come nella più macabra tradizione.
Nick, l’unico a credere alla leggenda di Jack o' lantern, alla vista della zucca a terra, e sentendo l’amico gridare, corse a perdifiato per il sentiero del bosco, illuminato solo dalla luce della luna. Con Il cuore in gola, il battito cardiaco a rimbombare nelle sue orecchie e il terrore negli occhi, il ragazzo fuggì, calpestando delle foglie secche in terra, colpendo col viso i rami degli alberi ferendosi senza quasi accorgersene, disperatamente in cerca della salvezza.
Arrivato in fondo al lungo sentiero e quasi uscito dal bosco, intravide un auto sulla strada a pochi metri da lui, pensò alla salvezza e continuò a correre più veloce che poteva. Arrivò davanti alla macchina con i fari accesi che sembrava aver rallentato e averlo visto. Nick ebbe la sensazione di avercela fatta, ma giunto davanti alla macchina del suo salvatore, notò con il terrore negli occhi, che sul cruscotto dell’auto vi era appoggiata una lanterna arancione accesa a forma di zucca, e alla guida vi era una tetra figura esile …
Non capì esattamente quanto tempo passò dal momento in cui notò Jack il maledetto, a quando questi lo falciò via accelerando all’impazzata . L’unica cosa che si sentì poco dopo, fu il tonfo sul selciato del corpo di Nick, lo sgommare della macchina e uno strano vento soffiare … Jack o' lantern aveva colpito nuovamente, placando la sua sete di vendetta …

Vi sono diverse leggende e tradizioni sulla festa di halloween e su Jack o' lantern, questa che avete appena letto era la nostra versione, ma se volete avere un’ idea completa sulle origini della leggenda di Jack o' lantern andate qui.
A proposito … se questa sera andate a qualche festa in maschera, quando rientrate mi raccomando, guardatevi intorno e state attenti che qualche esile figura con una lanterna a forma di zucca in mano non vi aspetti al buio davanti casa :)))

18 commenti:

Chiara 31 ottobre 2010 09:23  

oh mammmamia mi avete fatto rabbrividire viaggiatori...la leggenda è di quelle da leggere davanti al caminetto acceso,ai ragazzi piace molto...ricordo mio figlio che da piccolo adorava la serie tv "Piccoli brividi"...A me non piace il finale, l'avrei cambiato...Le ragazze spaventate da questi racconti preparano uno scherzo coi fiocchi ai ragazzi,della serie chi la fa ...l'aspetti... nessun morto per carità...Buona domenica, un abbraccio

Stefano e Veronica 31 ottobre 2010 09:30  

Ragazzi buongiorno! Sapete che questa terrificante leggenda non la conoscevo?! Grazie! E, soprattutto, grazie mille per essere passati a trovarci e aver lasciato un carinissimo commento...GRAZIE!!!
Buona giornata e buon halloween a voi!
Veronica

elena 31 ottobre 2010 09:33  

oh mamma!! e chi esce stasera!! :) mi sa che organizzo io in casa, in modo da evitare esili figure con lanterne in mano!! ciao marco, a presto

arabafelice 31 ottobre 2010 09:53  

Stasera sono chiusa in casa ad aspettare bimbi per il trick or treat, la cosa di cui dovro' avere piu' paura sara'...mio marito :-)))

Francesca 31 ottobre 2010 09:56  

Non conoscevo questa leggenda che avete raccontato... si impara sempre qualcosa!!!
Grazie della vs. visita sul mio blog: mi ha permesso di conoscere il vostro, strepitoso!!
Tante golosità e bellissime foto!!!
Una curiosità: voi siete i miei 197° sostenitori, lo stesso io per voi, eh eh....!!!
A presto!!
Franci

EliFla 31 ottobre 2010 11:12  

Ahahahahahah...oppure hihihihihihihih...ragazzi allora ho fatto bene a prevcenire...riducendo il mio Jack O' LAntern in vellutata....ahahahahah...o meglio hihihihihihihi...buon HAlloween.... stasera sto a casa,.....hihihihihihihihi...di fronte ho un boschetto.....aaaaaaaaaaaah!

Cranberry 31 ottobre 2010 11:53  

Ok..stasera sto a casa e come arriva uno con la testa di zucca...altro che dolcetto!!!
:O
Buon halloween e che sia spaventosssssssisimo!

Claudia 31 ottobre 2010 12:03  

Questa è proprio una storia degna di Halloween! QUesta spaventosa leggenda non la conoscevo... bene, adesso potrò spaventare un pò di gente stasera con questa leggenda! Grazie per avercela raccontata! :-)

Ylenia 31 ottobre 2010 12:50  

Che bella, anzi, orrorifica storia, di quelle da leggere al buio. Brrrrr!!!

Antonella-Vera55 31 ottobre 2010 16:01  

Piacere di conoscervi e di condividere le vostre passioni!Grazie per esservi fermati da me ed avermi lasciato un gradito commento.A scary Halloween ed a presto

Le pellegrine Artusi 31 ottobre 2010 16:10  

Marco scrivi benissimo!!! Belissima storia narrata in maniera magistrale, mi sembrava di essere lì. Bacioni e complimenti

speedy70 31 ottobre 2010 16:50  

Grazie ragazzi, questa leggenda non la conoscevo!!!!!!! Buon Halloween!!!!!!

Paola 31 ottobre 2010 17:58  

mi sono venuti i brividi a leggere. menomale che casa mia era movimentata altrimenti a quest'ora ero a girare armata.

Mau 31 ottobre 2010 20:13  

Brrrr che paura!!! Molto avvincente questo post, complimenti! :)

Zucchero e Farina 31 ottobre 2010 22:23  

neppure io conoscevo la leggenda! Happy halloween

Lady Boheme 31 ottobre 2010 22:55  

Brrrr!!! Una leggenda da brivido che non conoscevo, veramente avvincente!!!Buon halloween!!!

Vanessa 1 novembre 2010 00:36  

Non la conoscevo questa leggenda...mi ha fatto rabbrividire!!!

I VIAGGI DEL GOLOSO 1 novembre 2010 08:16  

@ Tutti

Grazie ... Halloween è andata ...
e Jack 0'lantern da noi non si è visto ;) ah,ah,ah....

Un bacione a tutti !!!!

SPECIALE RICETTE

PASTA FRESCA

DOLCI & TORTE

FOCACCE & LIEVITATI

VIAGGI E ASSAGGI

PERCORSI GOLOSI

ALLA SCOPERTA DEI COCKTAIL

ALLA SCOPERTA DEL VINO

SCOPRI GENOVA

VIAGGIANDO IN LIGURIA TRA LUOGHI & RICETTE

I NOSTRI VIAGGI

DUBLINO

LOCH NESS - SCOZIA

SCHONBRUNN - VIENNA

AMSTERDAM

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP