mercoledì 15 dicembre 2010

MULHOUSE - Ultima tappa Tour de France

Particolari abitazioni nel centro città
Continuano i ricordi del nostro viaggio che abbiamo deciso ripercorrere insieme a voi, così come l’abbiamo vissuto qualche anno fa ….
Lasciando la Normandia, dopo aver visitato luoghi incantevoli partendo dalla Provenza e passando per Carcassonne, Biarritz, Bordeaux, la Bretagna fino a Mont St. Michel, eccoci alla’ultima tappa di un favoloso tour che ancora a distanza di tempo abbiamo nel cuore.
Le persone incontrate, i luoghi visitati, i sapori di altre culture gastronomiche e le abitudini di vita, ci hanno affascinato e in alcuni casi sorpreso.
Il ritorno da qualsiasi viaggio pare sempre più faticoso e anche se attraversare la Champagne per arrivare fino a Mulhouse ci ha regalato ancora panorami da sogno, un pizzico di nostalgia alla fine di un tour del genere viene sempre nell’animo di qualsiasi viaggiatore.
I chilometri da percorrere partendo dalla Normandia per rientrare in Italia sono circa 1.100 per cui una tappa intermedia dove trascorrere la notte è d’obbligo e per l’occasione abbiamo scelto Mulhouse.
Situata nel cuore dell’Alsazia, la città di Mulhouse ci ha letteralmente incantato e stupito per la bellezza, il fascino e la storia che la circonda.
Con l’installazione di un mulino nel periodo medioevale da cui il nome Mulhouse,(casa del mulino) la città comincia una sua attività economica, attraversando diverse epoche storiche riuscendo a mantenere una sua indipendenza grazie anche alle sue alleanze con i vicini cantoni elvetici.

Cattedrale di Mulhouse
Nel 1746 Mulhouse incomincia la nascita dell’industria con la manifattura delle stoffe e la riunificazione con la Francia nel 1798, la porterà a diventare una delle città più industriali d’Europa, anche grazie allo sviluppo successivo delle industrie chimiche e meccaniche nate di conseguenza alle industrie tessili.
Passeggiando per il centro storico perfettamente conservato la piazza principale chiamata della Riunione vi stupirà.
Qui si erige l’Hotel de ville (il municipio)splendido palazzo costruito nel 1552.

Hotel de ville
Attorno alla piazza si possono ammirare palazzi bellissimi dalle splendide facciate tra cui quella della Maison Mieg con la sua torretta vetrata risalente al 1428.

Maison Mieg
La città si divideva in alta e bassa. Nella città bassa vi erano le attività economiche divise in tribù, macellai, vignaioli, panettieri, sarti, maniscalchi e agricoltori. la città alta accoglieva gli ordini religiosi e le corti dei nobili.
I bastioni medioevali che cingevano la città furono distrutti nel XIX secolo, ne rimane la torre di Bollwerk restaurata nel 1893 e le torri di Nessel e del Diavolo restaurate nel 1906.
La natura in questa città, viene esaltata con dei bellissimi parchi naturali ben curati e conservati.
Una cosa da non perdere a Mulhouse è il museo della ferrovia. Basti dire che la seconda linea ferroviaria della Francia nel 1839 collegava Mulhouse con Thann, e la prima linea ferroviaria internazionale collegava Bale, Mulhouse e Strasburgo.
Una delle tante locomotive del museo della ferrovia

Il museo offre al visitatore una panoramica spettacolare di tutte le locomotive a vapore e a trazione elettrica che la storia della ferrovia francese abbia mai prodotto.
Un altro museo molto interessante è quello della stoffa e dello stampaggio che fa comprendere al visitatore, quanto fosse importante e potente l’industria della stoffa a Mulhouse, e come questa abbia favorito l’espansione della città stessa.
Le specialità gastronomiche alsaziane sono presenti a Mulhouse, dove è possibile cenare o pranzare in favolosi ristorantini che vi proporranno carni di maiale saporitissime servite in terrine di terracotta.
Torte fiammeggiate golosissime servite come dolce, e vini alsaziani provenienti direttamente dai ricchi vitigni della regione, delizieranno i palati di chiunque si trovi a visitare questa graziosissima città.
Durante il periodo dell’avvento un bellissimo mercatino di Natale occupa la grande piazza della Riunione.

Scorcio sui palazzi di Mulhouse

Finisce qui il nostro tour de France che a noi è piaciuto moltissimo e che rimarrà indelebile nelle nostri menti e nel nostro cuore.
Ovviamente siamo tornati in Francia altre volte e ancora oggi appena ne abbiamo l'occasione facciamo una scappata, ma di questo vi parleremo in altri post ….






13 commenti:

Federica 15 dicembre 2010 07:39  

E' sempre molto piacevole venire in "viaggio" con voi, ragazzi. Grazie per questo bel reportage. Baci, buona giornata

lucy 15 dicembre 2010 08:13  

che bello sognare con voi!!un bel viaggetto ci starebbe proprio bene ora!

Cranberry 15 dicembre 2010 09:03  

Che bello!:O
Almeno vedendo le fotoe leggendo i vostri racconti posso dire di aver visitato ( anche se virtalemte) dei bellissimi posti:)
Grazie ed ora aspetto un dolce per ogni località che avete visitato!:P

EliFla 15 dicembre 2010 12:26  

Ceh bei posti..e che ricordi..il viaggio post NAtale in Normandia e Bretagna...stupendo..grazie come sempre per riportarmi a meravigliosi ricordi!!Bacioni, Flavia

Lady Cocca 15 dicembre 2010 12:47  

Bellissime queste foto e il posto stupendooooooooooo...beata te
ciaooooo

Kika 15 dicembre 2010 14:02  

Ci son stata quest'estate, un deserto assoluto, nulla di aperto, nessuno per le strade, son stata costretta a mangiare da Flunch. Meno male che almeno ho visto il museo del treno, altrimenti il voto sarebbe stato del tutto negativo.

Angela Maci 15 dicembre 2010 14:35  

E' sempre piacevole viaggiare con voi, poi in Alzazia, ci vivrei...custodisce luoghi incantati che avete descritto splendidamente.
Bravi cari viaggiatori.

honey82 15 dicembre 2010 15:00  

Gia..la Normandia è davvero favolosa..:-)
Grazie per sempre farci partecipare ai vostri viaggi,bravissimi e tanti baci:-**

Maura,  15 dicembre 2010 22:04  

Bravo Marco..e grazie di questo bel riassunto del vostro indimenticabile viaggio..ci fai sempre sognare e con le tue parole riesci a trasmettere emozioni e ricordi in ogniuno di noi come se i vostri viaggi fossero i nostri..nella mente e nel cuore..1abbraccio.

Ely 15 dicembre 2010 23:45  

mamma che posti! avete fatto viaggiare un pochino anche me :-)

Eleonora 18 dicembre 2010 10:16  

Ciao Ragazzi! è la prima volta che entro nel vostro blog viaggiatore e goloso. Io vivo in francia, nella regione Centre, falosa per i suoi sablées e i formaggi di capra nonchè per i vini della Valle della Loira! se passate di qui, fatemi un fischio!
intanto, io seguo il vostro blog.
un abcione e a presto

astrofiammante 9 dicembre 2011 10:26  

è un viaggio che ho nel cassetto, e a quanto letto qui da voi a ragione confermata, ciao.

Roberta 10 dicembre 2011 10:13  

Bellissimo post. Anche noi abbiamo girato buona parte della Francia e ce ne siamo talmente innamorati da comprarci una casa in Dordogna, a Thiviers. L'Alsazia e tutta la zona alpina ci mancano, pero', e dopo aver letto il vostro racconto, sento ancora di piu' il desiderio di colmare questa lacuna! Grazie per i bei ricordi. Buon week end, a presto

SPECIALE RICETTE

PASTA FRESCA

DOLCI & TORTE

FOCACCE & LIEVITATI

VIAGGI E ASSAGGI

PERCORSI GOLOSI

ALLA SCOPERTA DEI COCKTAIL

ALLA SCOPERTA DEL VINO

SCOPRIRE L' ITALIA

SCOPRIRE L' ITALIA
VIAGGI E ASSAGGI
I NOSTRI VIAGGI

DUBLINO

LOCH NESS - SCOZIA

SCHONBRUNN - VIENNA

AMSTERDAM

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP