venerdì 25 novembre 2011

SCHONBRUNN ... Il gioiello di Vienna ...


Immaginate un valzer viennese, le dolci note di Strauss, le luci brillanti, i vestiti sontuosi, dei camerieri con vassoi stracolmi di dolci, violini e sfarzo, tanto sfarzo, sfoggiato senza freni in grandi sale sontuose, decorate e allestite per fastose feste imperiali …
Non state sognando, siete a Schonbrunn, nome che deriva da “schoner brunnen” letteralmente bella fonte, il nome con cui l’Imperatore Mattia d’Asburgo, chiamò la vasta area di caccia nella campagna di Vienna, quando al suo interno scoprì appunto una limpidissima fonte d’acqua.
In quel luogo qualche anno più tardi, sorse lo spettacolare castello che oggi possiamo ammirare e che fu dal 1730 al 1918 la sede della casa Imperiale d’Asburgo.
Una volta l’area di Schonbrunn era aperta campagna fuori da Vienna, oggi praticamente, con il continuo espandersi della capitale austriaca, la zona è divenuta un quartiere alla periferia della grande città.
Se si visita Vienna con un pochino di calma, una giornata andrebbe trascorsa allo Schonbrunn.

Scorcio del grande parco - Area denominata Grande Parterre
Il grande parco e lo splendido palazzo valgono la visita, soprattutto nel periodo primaverile quando tutto fiorisce e le temperature sono miti.
Il castello vanta 1441 stanze di cui solo 190 aperte al pubblico e visitabili. Un milione e mezzo di turisti l’anno visita Schonbrunn, dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.
Riserva di caccia con alterne vicissitudini storiche fino al 1690, Schonbrunn fu progettato per divenire, senza poi riuscirvi, più fastoso di Versailles in Francia, all’epoca sempre in concorrenza con l’Austria.
Il magnifico palazzo e il suo splendido parco cominciarono a crescere anno dopo anno, a partire dal 1696 fino al 1780 dove raggiunsero il loro massimo splendore sotto Maria Teresa D’Austria.
Gli interni del palazzo sono tutti spettacolari compresa la grande sala.

Galleria o grande sala - Immagine presa da un opuscolo
Il parco esterno è altrettanto spettacolare, da non perdere sicuramente il Grande Parterre con la sua grande spianata di prati fioriti.
La collinetta della Gloriette è il piccolo promontorio alla fine del Grande Parterre, dalla cima si gode un ottimo panorama sul castello.

Collinetta della Gloriette
Gironzolando per il parco non perdetevi la bella fonte, quella scoperta dall’Imperatore Mattia, a cui si deve in qualche modo la costruzione di Schonbrunn. La splendida scultura con la relativa costruzione per valorizzare la fonte, furono realizzate tra il 1770 e il 1780.

Bella Fonte
Bellissima anche la Fonte di Nettuno ai piedi della Gloriette.

Fonte di Nettuno
Tutto il castello con il grande parco, sono una vera meraviglia che vi consigliamo di non perdere se vi capiterà di visitare Vienna.

Panorama sul castello dalla collinetta della Gloriette


Infine vi consigliamo il museo delle carrozze, uno spettacolo di sfarzo ove potrete ammirare fantastiche carrozze d’epoca tra cui il cocchio imperiale, una meraviglia di 4 tonnellate di peso in stile rococò, decorato con preziosi vetri di murano, che sfilava nelle grandi parate con un equipaggio di 12 paggetti.

Cocchio Imperiale
L’entrata al museo delle carrozze costa € 4,50 aperto tutti i giorni tranne il lunedì.
Gli orari sono; dalle  9,00 alle 18,00 nel periodo Aprile - Ottobre 
                       dalle 10,00 alle 16,00 Novembre –Marzo

Il castello di Schonbrunner è aperto tutti i giorni dalle 8,30 alle 18 nel periodo estivo e dalle 8,30 alle 16,30 nel periodo invernale.
Il costo del biglietto semplice è di € 8,90 e comprende il parco e gli interni del castello.
Poi vi sono aree tematiche del palazzo, e varie attrazioni a pagamento come il museo delle carrozze.
Il grande parco esterno chiude alle 17,30 nel periodo invernale e allunga gli orari fino alle 19,00 nel periodo estivo.

Per arrivare a Schonbrunner dal centro di Vienna potrete usare;
- la metropolitana U4 fermata Schonbrunner
- tram 10, 58 fermata Schonbrunner
- autobus 10A  fermata Schonbrunner


7 commenti:

Francesca 24 novembre 2011 14:58  

bellissima vienna, mia madre e mia nonna ci sono state tanti anni fa e mi hanno portato dei dolci e il kefir. saluti da una siciliana a Roma.

Luisa 24 novembre 2011 15:07  

Pensa.. di Vienna ho amato solo Schonbrunn e la piazza del teatro dell' Opera.. :-)

A mio parere, opinabile certamente, la città è una " vecchia signora snob"..

ROSALBA,  24 novembre 2011 15:13  

Che sogno ... forse ci vado a capodanno ...
Grazie per questo post ...
Baci Rosalba

Lo 24 novembre 2011 20:18  

mamma mia ci sono stata è davvero favoloso :)

Maura,  24 novembre 2011 21:04  

Ah Vienna che citta'meravigliosa..come voi sapete ci sono stata ad agosto e ho un ricordo bellissimo..nel mio modesto parere trovo che dopo Parigi sia la citta'per eccellenza piu'bella e culturale al mondo..Schonbrunn poi..e' come realizzare un sogno!!!Grazie per avermelo ricordato.

Gemma Olivia 25 novembre 2011 08:22  

Hai descritto bene Vienna, cara. Quando ci andai per la prima volta ebbi l'impressione di entrare in un castello blindato in un barocco severo, una regina poco amorevole nei confronti dei suoi sudditi. Esisteva all'epoca un grande divario tra la Vienna ricca e quella povera e mi chiedo se le cose siano, almeno in parte, cambiate. Resta il fatto che sia una delle piu' belle citta' europee. I dolci sono prelibati!

MiniCuoca91 25 novembre 2011 15:00  

ho visto la prima foto.. e non ho resistito.. Vienna mi è rimasta nel cuore da quando ci sono andata nel 2006 e prima o poi ci voglio ritornare, perchè Vienna ti prende davvero il cuore! E' meravigliosa e Schombrunn è divina con quei giardini fantastici.. Vienna mi manca ed è bello rivederla anche attraverso altri blog :)

SPECIALE RICETTE

PASTA FRESCA

DOLCI & TORTE

FOCACCE & LIEVITATI

VIAGGI E ASSAGGI

PERCORSI GOLOSI

ALLA SCOPERTA DEI COCKTAIL

ALLA SCOPERTA DEL VINO

SCOPRI GENOVA

VIAGGIANDO IN LIGURIA TRA LUOGHI & RICETTE

I NOSTRI VIAGGI

DUBLINO

LOCH NESS - SCOZIA

SCHONBRUNN - VIENNA

AMSTERDAM

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP