venerdì 12 aprile 2013

LONDRA REWIND ... PRIMA PARTE ...


Rieccoci con i nostri viaggi, pronti a raccontarvi luoghi, città, piatti visti e assaggiati secondo il nostro punto di vista per darvi qualche spunto nella speranza di esservi utili.
Qualcuno discuterà sul fatto che Londra possa essere la capitale delle capitali, città che comunque risultata tra le più visitate d’Europa, anche se c’è chi le preferisce Parigi o Roma. Qualunque sia il pensiero di ognuno, sicuramente Londra è una città dal fascino intramontabile.


Scorcio di Londra -  Regent Street
Certo gli inglesi a prima vista sembrano un po’ freddini, ma se si frequentano i pub e se s’impara a conoscerli meglio apprezzando il loro particolare humour, risulteranno piacevoli anche ai più diffidenti.
La City è un crogiolo di razze e mescolanza di tradizioni, così può succedere di incontrare italiani, spagnoli, indiani, americani e così via, in un alternarsi di piacevoli convivenze tra varie realtà e stili di vita.
Quando arrivi in una città come questa, la prima cosa che fai è verificare se tutto è davvero come ti hanno raccontato o come visto nei film.
I taxi neri per esempio, le cabine del telefono rosse, gli autobus su due piani (rossi anche quelli), i palazzi in stile vittoriano che lasciano senza fiato visti da vicino, i grandi e spettacolari parchi, la metropolitana più vecchia ed efficiente del mondo, il tè delle cinque, la Torre di Londra, il Tower Bridge, Covent Garden, Soho, Greenwich, la cattedrale di Westmister, il lungo viale alberato The Mall, Buckingham Palace,Trafalgar Square, Piccadilly Circus, Regent Street, Oxford Street e infine il Big Bang.
Vorresti vedere tutto in una volta sola ma non è possibile, allora ti rilassi, magari bevendo un tè accompagnato da fantastici biscottini burrosissimi, che invogliano ad assaggiarli solo a guardarli, e così ti rendi conto che tutto andrebbe assaporato con calma.
Per descrivere Londra non basterebbero tre post e siccome quasi tutti la conoscono, vi racconteremo quello che a noi è piaciuto di più della capitale inglese, cominciando dalla parte ludica e gastronomica.
Le luci, i suoni e l’atmosfera, trasmettono una piacevole sensazione, i fantastici negozi di Londra lasciano chiunque gradevolmente sorpreso.
Tra i grandi magazzini più spettacolari e famosi spiccano Harrods e Fortnum & Mason.
Fortnum & Mason è l'antico emporio della regina a Londra e sicuramente è degno di nota per l’eleganza stile british, dove i commessi servono in tight.
Facciata di Fortnum & Mason
Fondato intorno al 1770 da un valletto del re Giorgio III, il cui nome era appunto Charles Fortnum e dal suo socio Hug Mason, è diventato nel tempo uno dei magazzini più eleganti e ricchi del mondo. Lo è per aver servito sin dalla sua inaugurazione i reali, oltre che il pubblico in generale. La sua posizione è eccellente, Piccadilly Street, a due passi dal frequentatissimo Circus più famoso della capitale e a cavallo tra due delle zone più aristocratiche di Londra, St James e Mayfair.
Se vi lascerete catturare dalle bellissime vetrine che sono veramente delle opere d'arte, non ve ne pentirete. Vi perderete tra gli eleganti scaffali colmi di marmellate, miele e biscotti. Troverete deliziose le famose ceste da picnic, tra i più celebri prodotti in vendita con le iniziali del negozio.
Un’ultima particolarità di questo grande magazzino è l’orologio, posizionato nella fantastica facciata stile vittoriano, dove ogni ora le statue dei due fondatori escono a farsi la riverenza.


Harrods non è certo da meno, con il suo famoso slogan“dallo spillo all’elefante” nel grande magazzino più famoso al mondo si trova di tutto. Vi sono sette piani di cui due interrati, in cui perdersi e trovare le cose più impensabili, gli interni del magazzino sono ispirati all’antico Egitto.
Durante il periodo dei saldi, le offerte sono talmente strepitose che le code per entrare sembrano bibliche.
Il fondatore di questo grande magazzino che è diventato inevitabilmente anche un’attrazione turistica della capitale inglese, fu Charles Henry Harrod, un abile commerciante che da droghiere creò un impero, trasferendo nel 1849 il suo negozio nella posizione attuale, ingrandendosi a tal punto da costruire l’edificio che tutti noi oggi possiamo ammirare. Qualche anno più tardi, nel 1898, nel grande magazzino fu installata una delle prime scale mobili del mondo. Vedere tutto ciò che Harrods può offrire in una volta sola è impossibile. Vi sono delle regole per girare nel grande magazzino, tra le quali è severamente vietato scattare fotografie e girare con zaini in spalla. Una ventina di ristoranti collocati su vari piani del magazzino, delizieranno i vostri palati. Da segnalare anche una pizzeria con forno a legna dove i prezzi però, non sono proprio economici. Infine ancora qualche curiosità, i dipendenti sono circa cinquemila e le lampadine che illuminano l’edificio al tramonto, sono circa 12.000. Al costo di una Sterlina potrete usare anche dei bagni fantastici, non si sa mai che qualche impellente bisogno dopo tutto quel girare si facesse sentire. Pare che a Maggio 2010 l’attuale proprietà sia passata di mano da Mohammed Al-Fayed, che era Patron di Harrods dal 1985, a Qatar Holding.

La spettacolare facciata di Harrods la sera
La gastronomia londinese non è certo quella italiana, ma la varietà dei ristoranti della capitale inglese, crogiolo di varie popolazioni, gusti e tradizioni, offre al visitatore l’imbarazzo della scelta, mentre le colazioni sono uno spettacolo di abbondanza e golosità ….
Pesce e patatine o meglio, Fish & Chips, è il piatto più servito e anche il più buono in alcuni casi, dipende dal pesce e dall’olio, visto che è tutto rigorosamente fritto. Platessa e merluzzo i pesci più usati. La carne alla griglia e il rostbeef, sono altrettanto buoni per chi piace il genere e comunque nei pub, oltre che ottime birre, si possono trovare delle varianti gustose, l’importante, come sempre rammentiamo in tutti i nostri viaggi, non chiedete mai ragù alla bolognese o pasta, quella va mangiata rigorosamente quando e se viaggerete in Italia.
Ogni luogo che si visita ha le sue specialità culinarie che vanno rigorosamente assaggiate, sia per rispetto del posto in cui vi troverete e sia per cultura alimentare, del resto il bello di essere viaggiatori golosi è anche questo … A Londra potrete anche assaggiare un ottimo salmone fresco, sogliole, e formaggi tra i quali il Cheddar un formaggio duro o lo Stiliton, un formaggio piccante che viene fatto fermentare in vasi e servito a cucchiaiate accompagnato da un ottimo Porto. La zuppa inglese, la torta di mele e le creme in tazza, sono ottimi dessert, mentre a fine pasto spesso viene servito del vino Porto perché molto apprezzato dai londinesi.

Tipico Pub di Londra
I pub sono un luogo d’incontro straordinario, un’istituzione storica dalle antiche origini. Pub è l’abbreviazione di Public House “casa pubblica” fonti storiche fanno risalire i pub al medioevo, dove i viandanti si fermavano per rifocillarsi e la gente s’incontrava in uno spaccato di vita quoridiana.
I vetri smerigliati, i rivestimenti di legno anneriti e le luci un poco smorzate, potrebbero far ricordare in effetti quelli delle candele medioevali, trasportandoci nel passato attraverso un forte odore di birra.
Ogni pub di Londra ha la sua storia, raccontata dalle lampade soffuse, dai legni consumati fino alle moquette sbiadite, dove l’odore della birra e le voci di sottofondo creano un’atmosfera unica, e ti rendi conto che in quel magico posto non si vendono e consumano solo bevande, ma la gente di ogni classe sociale vi si reca indistintamente, chi per concludere affari, chi per festeggiare, chi per ritrovare amici o semplicemente per rilassarsi. Qualsiasi viaggiatore in visita nella capitale inglese, per vedere i veri londinesi deve recarsi a gustare un’ottima birra in uno di questi locali.
Per gli amanti del genere, tra le centinaia di pub londinesi segnaliamo il The Bell situato al 29 bush lane, pare sia li dal 1666, data storica ricordata per un grande incendio a Londra, al suo interno c’è l’elenco di tutti i proprietari dal 1668 ai giorni nostri.

The Bell  uno dei più antichi Pub londinesi
Per concludere questa prima parte dedicata alla capitale inglese, vogliamo parlarvi del quartiere di Soho. Il quartiere del divertimento situato nel cuore della città nella zona del West End che culmina in Piccadlly Circus. Nel quartiere si trovano locali di tutti i generi, ristoranti che offrono le specialità da tutto il mondo e dove fino agli anni settanta vi era una forte comunità italiana sostituita da quella cinese che ha trasformato una parte del quartiere in una vera e propria China Tonw.

Scorcio della China Tonw nel quartiere di Soho
Teatri, cinema, locali a luci rosse, fino a fantastici negozi di musica e fornitissime e interessanti librerie.
Pochi residenti ma molta gente affolla il quartiere in cui vi sono due piazze bellissime Golden Square,dove sopravvivono edifici del ‘700, e Soho Square, più suggestiva con il suo verde.


Golden Square
Soho Square
Soho, il cui nome pare derivi da So-Ho un antico richiamo di caccia che si praticava da quelle parti, è un quartiere che vi consigliamo di non perdere se passate da Londra.
Fine prima parte.

1 commenti:

Maura,  8 maggio 2013 22:30  

Gran bel post Marco..del resto Londra e'sempre Londra!!!

SPECIALE RICETTE

PASTA FRESCA

DOLCI & TORTE

FOCACCE & LIEVITATI

VIAGGI E ASSAGGI

PERCORSI GOLOSI

ALLA SCOPERTA DEI COCKTAIL

ALLA SCOPERTA DEL VINO

SCOPRI GENOVA

VIAGGIANDO IN LIGURIA TRA LUOGHI & RICETTE

I NOSTRI VIAGGI

DUBLINO

LOCH NESS - SCOZIA

SCHONBRUNN - VIENNA

AMSTERDAM

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP