lunedì 1 luglio 2013

WEEK END A BARCELLONA



Barcellona è una città in cui il tempo scorre velocemente e le notti non finiscono mai.
Cosmopolita, giovane e aggregante, la capitale della Catalogna regala ai suoi visitatori arte, moda e divertimento, in un vortice di emozioni che solo vivendo la città si possono provare.
Seconda città della Spagna, in eterna rivalità con Madrid, Barcellona vi sorprenderà, sia la prima volta che la visiterete, sia quando avrete l’occasione di ritornare.

Sono molti i turisti, compresi parecchi italiani, che dopo averla ammirata, vissuta e apprezzata, sono ritornati e vi si sono stabiliti definitivamente.
Sempre in evoluzione, Barcellona rimane una città accogliente che vi assorbirà velocemente soprattutto se la visiterete durante un week end.
Per noi un week end ideale parte sempre dal venerdì e arrivando a Barcellona, dopo aver preso confidenza con l’allegra confusione che regna tra le Ramblas e il Barrio Gotico, cuore pulsante della città, vi consigliamo come prima visita, il Montjuic, la collina alta 212 metri che domina la città, da dove è possibile ammirare suggestivi panorami.
Il modo più spettacolare per arrivare al monte è la funicolare che parte dal porto, la quale durante il suo breve viaggio, vi regalerà una vista aerea di Barcellona davvero unica.

Castello del Montjuic
Sulla cima troverete il vecchio castello medioevale, antica postazione di vedetta, e non lontano la famosa fontana magica di Carles Buigas, costruita nel 1929. La sera vi sono diversi spettacoli di suoni e luci che a tempo di musica illuminano i getti d’acqua con splendide coreografie, verificate gli orari e se potete non perdetevi lo spettacolo.
Vicino alla fontana magica c’è il Palau Nacional (Palazzo Nazionale),che fu anche padiglione centrale della Fiera Internazionale. Il maestoso edificio in stile neo-barocco ospita il Museu Nacional d'Art de Catalunya (MNAC). Il grande palazzo fu l’orgoglio dell’esposizione universale, il grande evento che coinvolse Barcellona nel 1929. L’edificio, caratterizzato da una cupola centrale circondata da una serie di torri è diventato il museo più grande della regione della Catalogna e anche il più importante centro d'arte romanica del mondo. 
Palazzo Nazionale
Il Montjuic inoltre è ricco d’impianti sportivi ereditati dalla splendida edizione dei giochi olimpici del 1992, tra cui lo stadio olimpico.
Nella parte bassa del Montjuic, troverete il Poble Espanyol, paese spagnolo. Un vero museo all’aria aperta di 42.000 mq che rappresenta la spagna, dove si possono ammirare le piazze e i monumenti spagnoli più importanti, ricostruiti fedelmente in una rappresentazione spettacolare che consigliamo di non perdere. Costruito in occasione dell’esposizione universale del 1929 il Poble Espanyol, nel tempo è diventato un’interessante attrazione turistica, dove scoprire luoghi e tradizioni spagnole.


Viuzze all'interno del Poble Espanyol

L’altra collina di Barcellona è il Tibidabo, alta circa 500 metri, i panorami sulla città sono vertiginosi e se avrete l’occasione di fare una puntatina fin lassù, vi troverete un Luna Park tra i più antichi d’Europa, secondo solo a quello del Prater di Vienna.
Tibidabo - Ruota davvero panoramica

Se arrivate in cima al Tibidabo non perdetevi il Sacro Cuore. Si tratta di un edificio monumentale in stile neo-gotico, sormontato da una statua di bronzo del Sacro Cuore, opera di Enric Sagnier. Se desiderate godere di una vista impressionante di Barcellona, potrete farlo grazie ad un apposito ascensore che è stato costruito e che vi permetterà di accedere alla parte superiore del tempio, situata a ben 575 metri sul livello del mare. Da qui godrete di uno spettacolo della città senza eguali.
Sacro Cuore in cima al Tibidabo
Vista di Barcellona dal Sacro Cuore

Ritornando nel cuore della città sarà bellissimo perdersi nelle famose Ramblas, caotiche e curiose, vi regaleranno momenti unici, tra artisti di strada, musicisti e negozi. Il nome Rambla deriva da un vecchio significato che voleva dire torrente. Infatti sembra che al posto del famoso viale alberato principale, in passato scorresse un fiume proveniente dalle montagne circostanti la città.




Girando per le Ramblas troverete il mercato della Boqueria, è imperdibile. Sembra esista fin dal XIII secolo, in una girandola di profumi, sapori, spezie e meravigliosi colori, sarà difficile resistere a non acquistare qualcosa, soprattutto le vaschette di frutta fresca coloratissime da mangiare all’istante.





I Coloratissimi banchi della Boqueria

Vi sembrerà di essere entrati in un luogo quasi senza tempo da dove vi dispiacerà uscire ….

Vicina alla Rambla principale troverete il Barrio Gotico con le sue viuzze che la sera si trasformano nel cuore della famosa movida di Barcellona. Tra negozi e locali alla moda non dimenticatevi di visitare la cattedrale medioevale in stile gotico con la sua splendida navata interna.

La cattedrale è dedicata a Santa Eulalia, una curiosità, il chiostro vicino, carinissimo e suggestivo, risalente al XIV secolo, all’interno del suo giardino ospita sempre 13 oche che rappresentano gli anni di vita della giovane martire Eulalia, torturata dai romani per la sua religione nel IV secolo.

La Cattedrale di Barcellona

Continuando a visitare Barcellona non si potranno perdere certamente tutte le meraviglie lasciate da Gaudi, cominciando dalla Sagrada Familia, che spesso viene erroneamente scambiata per la cattedrale della città catalana. Simbolo incontrastato di Barcellona, nel 2010 la Sagrada Familia è stata consacrata da Papa Benedetto XVI, anche se non è stata ancora conclusa.
la Sagrada Familia

La casa Mila al numero 92 del Passeig de Gracia, il famoso parco Guell e casa Battlò al numero 43 del Passeig de Gracia, sono tre opere del Gaudi che vi consigliamo i non perdere, quantomeno per scattare una foto.
La Casa Mila
Lla Salamandra a Parc Guell
Casa BatlLò


Se amate lo shopping, vi segnaliamo alcuni tra i più importanti centri commerciali, quello del Corte Inglés in Plaça de Catalunya, quello de L'Lilla sulla Diagonal 557 e quello del Maremàgnum nel Port Vell.


Nel Passeig de Gràcia-Avinguda Diagonal, si trovano tutti i migliori negozi di Barcellona.
La città è tutta un grande centro commerciale. Da qualche anno ormai, esiste la Barcelona Shopping Line, 15 km quasi tutti pedonali nel cuore della città. Passeggiando per le strade e ammirando le zone più belle di Barcellona, potrete realizzare i vostri acquisti in un susseguirsi di splendidi negozi. Esiste anche il Bus Shopping Line, un autobus che percorre l’area commerciale della città offrendo un percorso disegnato per far muovere i turisti e gli appassionati di shopping nel centro di Barcellona e realizzare nello stesso tempo le compere con tutta comodità. Comprando la tessera T-Shopping si potrà accedere agli autobus liberamente senza limite di tempo.

Il Percorso del bus shopping line è da Plaza de Catalunya fino a plaza Pius XII (Diagonal), con frequenza di 7 minuti circa, dalle 7,30 alle 21,45 dal Lunedì al venerdì, mentre il sabato dalle 9,30 alle 21,20 per maggiori info vedi qui.


Veniamo ora alla gastronomia che da queste parti è particolarmente gustosa. Gironzolando per le vie del centro verso tarda mattinata, i profumi e sapori dei soffritti aleggiano per le strade invogliando il viaggiatore ad assaggiare le specialità del posto. Come sempre vi consigliamo di non farvi attirare dai menù turistici all’italiana, ma assaggiare le squisitezze locali. I piatti sono simili ai nostri e frutti di mare, pesci, molluschi, crostacei, spesso la fanno da padrone, non bisogna dimenticare che Barcellona è una città mediterranea e i piatti a base di pesce sono fantastici. Per chi ama la carne non c’è da preoccuparsi,   è ottima è la preparano in vari modi.

Da segnalare la samfaina (pomodoro, peperoncino e melanzane), lapicada (mandorle tostate, prezzemolo, pinoli, cannella e zafferano) el’allioli (una salsa densa fatta solo con aglio e olio). Da queste basi della cucina catalana nascono vere prelibatezze.



Concludendo la nostra visita a Barcellona, non potevamo dimenticare  il Museo Picasso,  se vi piace questo artista il suo museo è sicuramente una tappa obbligata, un luogo da non perdere.
Tra Picasso e Barcellona c’è sempre stato un forte legame, l’artista prima di trasferirsi a Parigi trovò grandi ispirazioni dalla città catalana amandola particolarmente. Attraverso le 35.000 opere di cui dispone il Museo Picasso, potrete rivivere la stravaganza e l’ingegno di un artista senza tempo.
Aperto dal martedì  alla  domenica 10:00 – 20:00
Chiuso il lunedì 
Biglietto d’entrata € 9
Il museo è facilmente raggiungibile con la metropolitana Linea I (rossa) fermata Arc di Triomf .

Di cose da fare e vedere nella città catalana ce ne sono tantissime e qualcosa abbiamo inevitabilmente tralasciato. Barcellona è una città che quando la visiterete vi rimarrà nel cuore e presto vi verrà voglia di ritornare … Se ciò dovesse accadere non esitate, ritornate a visitarla, ne varrà sempre la pena ….

0 commenti:

SPECIALE RICETTE

PASTA FRESCA

DOLCI & TORTE

FOCACCE & LIEVITATI

VIAGGI E ASSAGGI

PERCORSI GOLOSI

ALLA SCOPERTA DEI COCKTAIL

ALLA SCOPERTA DEL VINO

SCOPRIRE L' ITALIA

SCOPRIRE L' ITALIA
VIAGGI E ASSAGGI

VIAGGIANDO IN LIGURIA TRA LUOGHI & RICETTE

I NOSTRI VIAGGI

DUBLINO

LOCH NESS - SCOZIA

SCHONBRUNN - VIENNA

AMSTERDAM

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP