mercoledì 11 maggio 2016

VIAGGIARE IN PROVENZA ... AVIGNONE ...


Viaggiando per la Provenza, si scoprono paesaggi da cartolina. 
Campi di lavanda con i colori lilla a sfumare verso i tetti di ardesia, mentre sullo sfondo si intravedono le tipiche abitazioni che caratterizzano il panorama circostante.
Poi, costeggiando il fiume Rodano, si arriva nella città dei Papi...
Avignone. 


La città non ha bisogno di presentazioni, sede pontificia dal 1309 sino al 1377, ha lasciato in dote il maestoso palazzo dei Papi, accanto al quale sorge la cattedrale romanica di Notre Dame des Doms.


Decidiamo di prolungare la sosta ad Avignone per goderci con calma la visita del “Palais des Papes”, della cattedrale e pranzare in uno dei graziosi localini del centro storico.
La cittadina è piena di interessanti curiosità e vi si trovano sempre bravi artisti tutto l’anno, essendo sede di un famoso festival della creazione e rappresentazione teatrale, che da metà Luglio fino ai primi di Agosto, mette in piazza 250 spettacoli diversi con pubblico e artisti che arrivano da tutto il mondo.
La via principale della città si chiama Corso Jean Jaures, la percorriamo tutta per poi parcheggiare vicino alla piazza dell’orologio, in modo da poter raggiungere facilmente la zona pedonale e il palazzo dei papi.
Lasciamo che la gastronomia tipica del luogo ci rapisca e assaggiamo una “Tiand’Aubergines” (una specialità di melanzane), un gratin di verdure e un ragù di carciofi. 
Da non perdere “le Papalines di Avignon” uno squisito dolce al cioccolato con zucchero e liquore a base di origano.

Il palazzo dei Papi è una delle residenze più vaste d’Europa misura 15.000 mq, venne eretto nel XIV secolo per il trasferimento della curia papale da Roma ad Avignone. Vi sono 10 dieci torri quadrate alcune delle quali alte più di 50 metri che fiancheggiano le mura puntellate da immensi archi, a testimoniare come il palazzo fosse una residenza, ma anche una vera e propria fortezza.

La cattedrale a fianco del palazzo di Papi invece, è l’unico edificio romanico interamente conservato della città, all’interno della quale, si può ammirare uno splendido organo dalla notevole cassa d’orata, costruito nel 1820 da un italiano, Ludovico Piantanida.

Usciti dalla cattedrale, dirigendosi sulla propria destra verso il fiume Rodano, che attraversa e costeggia la città, prima di ripartire, facciamo una passeggiata fino al Pont St-Bénézet, più volte rifatto nei secoli, poi distrutto definitivamente nel 1860 e lasciato a metà sul Rodano senza averlo più ricostruito.


Legata al ponte che collegava il vicino paesino di Villeneuve ad Avignone, vi è una leggenda che narra di un giovane dal nome Bénézet , il quale asseriva di essere stato incaricato da Dio a costruire un ponte sul Rodano. La leggenda racconta che il giovane, non essendo creduto da nessuno compì un prodigio, trasportando un masso di grosse dimensioni fino alla metà del fiume, sul quale si sarebbe costruito il ponte che avrebbe preso il suo nome. Si dice che il masso sia incastonato dentro una delle arcate a sostenere la parte del ponte restante visibile ancora oggi, e che ogni papa che passasse di li, lasciasse un offerta in onore del giovane Bénèzet.
Leggenda a parte, vale la pena fare una passeggiata e una visita alla piccola cappella perfettamente conservata, situata a metà delle quattro arcate che sostengono il tratto di ponte rimasto intatto.

Da non perdere a pochi chilometri da Avignone, l'acquedotto romano.
Acquedotto la cui costruzione fu voluta da Agrippa sotto l’imperatore Augusto nel 19 a.C. si può definire sicuramente, una delle più belle opere della civiltà romana. Oltre la sua maestosità, l’opera architettonica, costituita da blocchi calcarei, rivela la minuziosità dell’intervento con le giuste inclinazioni per far scorrere regolarmente l’acqua, la quale, doveva passare a 50 metri di altezza deviando il corso del fiume.
Una strada interna percorre il primo livello, mentre l’acquedotto è al terzo livello.


Nel 1985 l’acquedotto romano è stato inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità da parte dell’UNESCO.

LINK UTILI : 



0 commenti:

SPECIALE RICETTE

PASTA FRESCA

DOLCI & TORTE

FOCACCE & LIEVITATI

VIAGGI E ASSAGGI

PERCORSI GOLOSI

ALLA SCOPERTA DEI COCKTAIL

ALLA SCOPERTA DEL VINO

SCOPRI GENOVA

VIAGGIANDO IN LIGURIA TRA LUOGHI & RICETTE

I NOSTRI VIAGGI

DUBLINO

LOCH NESS - SCOZIA

SCHONBRUNN - VIENNA

AMSTERDAM

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP