sabato 5 luglio 2014

INDEPENDENCE DAY ... CHICAGO REWIND ...


In occasione dell' Independence Day, eccoci a parlarvi della città famosa per il vento, il blues, il pizza pie e gli hot dog ... 
In poche parole Chigago ...
Sarà un percorso tra storia curiosità e immagini di una delle metropoli più affascinanti d'America...




Chicago, citta’ del blues, di Al Capone, del pizza pie. E’ la citta’ piu’ grande dell’Illinois, la terza metropoli  degli Stati Uniti e sorge sulla costa del sud-ovest del lago Michigan, grande quanto un mare. E’ celebre per la sua magnifica architettura, per i suoi 200 teatri, il miscuglio etnico e culturale, la ferrovia sopraelevata, i parchi grandiosi, il pizza pie, il fiume che si tinge di verde, i tanti festivals, ed infine è anche punto di partenza della rinomata Route 66 che da Chicago arriva fino a Los Angeles. 

L’area di Chicago era originariamente territorio della tribù’ indiana Potawotami. La tribù esiste ancora e gestisce un casino’ a Milwakee!  Ogni anno a novembre il Centro Culturale degli Indiani d’America di Chicago organizza un grande Powwow, un raduno con balli e canti in vestiti tradizionali, dove vengono offerti anche cibi tradizionali indiani. Uno dei primi residenti di Chicago fu il Signor Jean Baptiste Point du Sable, nero e probabilmente proveniente da Santo Domingo, chiamato il fondatore di Chicago. 
La sua storia non e’ chiara, ma sembra fosse un mercante di pellicce e che la sua casa si trovasse proprio sul fiume Chicago, dove oggi si incrociano la Michigan Avenue e il fiume stesso e dove si trovano una piazza (Pioneer Court) ed una placca commemorativa. In questa piazza vengono fatte sovente delle esposizioni di sculture per cui vale la pena di farci una capatina. Una delle ultime e’ stata una statua gigantesca di Marylin Monroe che ha fatto tanto scalpore perché non c’entrava niente con Chicago, infatti era ritratta con la gonna svolazzante, in quella famosa posa di un film (Quando la moglie e’ in vacanza) girato a New York! 

Nel 1776 gli Stati Uniti dichiararono l’indipendenza dall’Inghilterra; quasi 20 anni dopo, con il trattato di Greenville,  il governo federale si accordò con gli indiani prendendo possesso anche della foce del fiume Chicago sul lago Michigan, dove fu costruito il Forte Dearborn, all’incrocio fra le odierne Michigan Avenue (Magnificent Mile) e Wacker Drive. Il forte fu distrutto nel 1812 durante il massacro di Dearborn, quando gli indiani lo attaccarono e bruciarono. Fu ricostruito 4 anni dopo e un piccolo villaggio di mercanti, soldati e contadini cominciò a crescergli intorno, ma venne demolito nel 1857 dopo aver perso la sua utilità. 
Quando visiterete Chicago troverete solamente una placca commemorativa e Dearborn Street. La zona dove sorgeva il forte e’ comunque diventata uno dei fulcri della città, uno dei punti di partenza per visite pedonali, in autobus, ed anche sul fiume sul quale viaggiano traghetti e water taxis. 
Il Magnificent Mile (miglio magnifico) parte proprio dalla zona dove sorgeva il forte, e’ una delle strade più caratteristiche della città, piena di negozi e hotel di lusso, costeggia i parchi più belli, e vi si trovano i locali più in voga.

Nel 1837 Chicago divenne una città con circa 350 abitanti. Poco dopo fu completato il canale dell’Illinois e Michigan che rese possibile la navigazione dai grandi laghi fino al golfo del Messico, via fiume  Mississippi. Sia il canale, sia il compimento di infrastrutture ferroviarie a livello nazionale, aiutarono Chicago a crescere e diventare una grande metropoli e uno dei nodi più importanti dell’attività commerciali negli Stati Uniti. Tutt’oggi Chicago vanta un grandissimo traffico ferroviario mercantile ed una delle strutture ferroviarie più vecchie degli Stati Uniti. 
La famosa soprelevata di Chicago, chiamata familiarmente dai residenti The ‘L’ fu costruita nel 1892. The ‘L’, pronunciato “el” e’ il nome corto per “elevated”, soprelevata. Il Signor Pullman (suona familiare?) decise di aprire la sua azienda di costruzione di vagoni tramviari proprio a Chicago. Intorno al 1870, solo 30 anni dopo essere diventata città, Chicago vantava già 200.000 abitanti, molti dei quali immigranti anche dall’Europa attratti dalla disponibilità di lavoro. Nonostante il Grande Incendio del 1871 distrusse una grandissima parte della città.
Chicago è sopravvissuta e risorta dalle ceneri in tempi record. Dato che la maggior parte della città era stata costruita in legno, pochi edifici sopravvissero il fuoco; fra loro la Water Tower, la Stazione Pompa dell’Acqua, la Chiesa di St. Michael, la Chiesa di Old St. Patrick, il collegio di St. Ingatius e pochissime case. La Water Tower si trova sulla Michigan Avenue North. Per questo Chicago vanta un misto di stili architettonici vecchi e nuovi. Sopravvivono molti edifici che furono costruiti dopo il grande incendio. Nella loop, il centro storico di Chicago,si intravedono edifici vecchi che si nascondono qua e là fra quelli moderni. Oggi Chicago vanta quasi 2,7 milioni di abitanti (censimento 2010).

Un ringraziamento a Giulia per l'articolo e le foto ...

0 commenti:

SPECIALE RICETTE

PASTA FRESCA

DOLCI & TORTE

FOCACCE & LIEVITATI

VIAGGI E ASSAGGI

PERCORSI GOLOSI

ALLA SCOPERTA DEI COCKTAIL

ALLA SCOPERTA DEL VINO

SCOPRI GENOVA

VIAGGIANDO IN LIGURIA TRA LUOGHI & RICETTE

I NOSTRI VIAGGI

DUBLINO

LOCH NESS - SCOZIA

SCHONBRUNN - VIENNA

AMSTERDAM

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP