mercoledì 30 marzo 2016

GIN TONIC - Storia e abbinamenti


Continuando il nostro viaggio nel mondo dei cocktail oggi parliamo de Gin tonic, un drink dei più antichi in assoluto, che vide la luce in India tra soldati e i coloni inglesi 
Al Gin tonic possono essere abbinati dei gambi di sedano e delle listarelle di carota che “pucciate” nella salsa rosa contrastano con delicatezza gli aromi del gin.
Ma venite con noi a scoprine qualcosa di più...
 

La creazione del  Gin tonic ha origine prima di tutto da un’idea del 1783, quando un certo Schweppes decise di inserire anidride carbonica nell’acqua in bottiglia addizionata da zucchero e aromi naturali, compreso il chinino, che conferirà il sapore amaro a quella che oggi conosciamo tutti come “Acqua Tonica”.
La famosa bevanda ebbe un incredibile successo in Inghilterra e la storia racconta che per combattere la malaria diffusa in India, venisse distribuita tra i soldati e i coloni proprio per l'alta concentrazione di chinino che conteneva.
L'acqua era indigesta ai soldati e ai coloni e così a qualcuno venne in mente l'dea di allungarla con del gin per renderla meno amara. 
Nasceva così il Gin tonic uno dei più importanti e conosciuti cocktail del mondo.


Ricetta:
Gin (4 parti), acqua tonica (6 parti), mezza fetta di limone.
Preparare direttamente in un bicchiere da long drink con 5-6 cubetti di ghiaccio. Versare il gin e l'acqua tonica. Decorare con mezza fetta di limone.
Abbinamenti: provate ad abbinare anche dei bon bon di carciofi.



0 commenti:

SPECIALE RICETTE

PASTA FRESCA

DOLCI & TORTE

FOCACCE & LIEVITATI

VIAGGI E ASSAGGI

PERCORSI GOLOSI

ALLA SCOPERTA DEI COCKTAIL

ALLA SCOPERTA DEL VINO

SCOPRIRE L' ITALIA

SCOPRIRE L' ITALIA
VIAGGI E ASSAGGI
I NOSTRI VIAGGI

DUBLINO

LOCH NESS - SCOZIA

SCHONBRUNN - VIENNA

AMSTERDAM

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP