FOCACCIA GENOVESE


Per chi come me è nato e cresciuto a Genova, vi sono due certezze sulla città, il mare e la Focaccia …….

La focaccia genovese….. quella sottile ma non troppo, morbida al centro e croccante nel bordo, con l’olio che luccica nei buchi e unge tutta la superficie.
Con la focaccia genovese si può fare colazione, nel caffè e latte è unica, oppure uno spuntino a meta mattinata, in purezza o con salumi e formaggi. I nostri nonni l’accompagnavano sempre con un buon bicchiere di vino bianco.
Personalmente la preferisco in purezza, con le bollicine d’olio che spuntano dai buchi e quando la mordi, la sensazione di unto ti rimane qualche secondo sul palato.
Non vorrei essere troppo campanilista, ma quando hai un languorino e lo stomaco gorgoglia, quando senti una sensazione di appetito da soddisfare, la focaccia genovese è la cosa più buona al mondo ………
In città la si trova ovunque, nei bar, nei ristoranti, ma soprattutto nei panifici, e in alcune vie il suo profumo si espande nell’aria, lasciando ai passanti una piacevole sensazione.

Grazie alla mia “chef” spesso colgo l’occasione di farne delle vere e proprie scorpacciate …….


                                      Focaccia genovese

Ingredienti:
300 gr. di farina 00
200 gr. di farina manitoba
25 gr. di lievito di birra
250 ml. di acqua
sale
olio d’oliva extravergine

Preparazione:
Mettiamo sul tavolo la farina 00, aggiungiamo il sale e sopra la farina manitoba (il sale è meglio se non viene a contatto direttamente con il lievito).
Sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida e incominciamo a impastare, quando l’impasto risulta amalgamato, non continuiamo oltre per non sprigionare troppo l’amido che inibisce la lievitazione, quindi lievitare coperto per circa 1 ora.
Riprendiamo l’impasto lievitato e stendiamo la pasta con un mattarello della grandezza della teglia che andremo ad adoperare, ungiamo bene la teglia con l’olio, appoggiamo la pasta stesa e la lasciamo nuovamente lievitare coperta per circa 1 ora.
Prepariamo ora un emulsione di olio e acqua in parti uguali e andiamo a cospargere la superficie della focaccia premendo con le dita per formare i famosi buchi, dove andrebbe messo un po’ di sale.


Mettete in forno a 220° per circa 15 minuti poi proseguire sotto il grill per 5 minuti.
Sfornatela e provatela ancora calda in purezza oppure accompagnata con salumi vari.







Commenti

Lucy ha detto…
Sono stata a genova a natale che focaccia ...... non l'ho più dimanticata....

la vostra sembra buonissima ....

un saluto Lucy
Roby ha detto…
che focaccia ....

complimenti .....
I Viaggi del Goloso ha detto…
grazie a entrambi ....

la "fugassa" come diciamo noi a Genova .... piace a tutti grandi e piccini...

a presto ...
Angy ha detto…
Buona!!!!Da "copiare subito.ciao
Le pellegrine Artusi ha detto…
Buonissima!!! Mi sembra di sentire il profumo. Domani la provo!!
Chiara ha detto…
l'ho mangiata a Recco ma era diversa...molto più sottile e "travolta" dal formaggio,buonissima ma davvero diversa! la prossima volta la mangio a Genova....grazie per avermi ricordato cosa fare la prossima volta! Buona giornata!
Emy ha detto…
QUANTO MI PIACE LA FOCAGGIA GENOVESE!!!
GRAZIE DELLA VISITA
EMY DE: le torte stregate di emy
Rosalba ha detto…
Ho visto oggi la ricetta in TV era un fornaio ligure da tre generazioni, era UGUALEEEEEEE!!! Devo farla, complimenti per tutte le ricette.
Rosalba
amarituda ha detto…
La faccio!!! lo sapete che avevo una idea del tutto fuorviata della focaccia genovese?
a roma si spaccia per focaccia genovese una sorta di pizza alta e spugnosa....e quando sono venuta a genova a "verificare" non sono riuscita a mangiarla...
l'abbinamento con il caffelatte, mi lascia perplessa...ma se me lo dite voi..ci credo!
Unknown ha detto…
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Post più popolari