DALL' OCEANO ALLA MANICA

SETTIMA TAPPA

Continuano i ricordi del nostro Tour de France … che meravigliosa nostalgia ….
Una volta lasciata Brest di primo mattino, ci dirigiamo verso Plougastel, posto incantevole con i suoi crinali di quarzite e i valloni riparati, dove vogliamo andare ad ammirare uno dei famosi calvari bretoni. I calvari sono vere e proprie opere d’arte, solitamente costruiti come ex voto, sono delle rappresentazioni in pietra che venivano eretti durante il medioevo, e in Bretagna ve ne sono tantissimi, tutti straordinariamente suggestivi.
Calvario di Plougastel
Continuando la strada statale verso l’interno, troviamo altri paesini ricchi di storia con altri calvari, il più famoso quello di Gumilliau edificato nel 1581.

Calvario di Gumilliau
Dopo un piccola sosta per ammirare questo ulteriore capolavoro, proseguiamo in direzione nord e arriviamo alla costa della Bretagna che si affaccia sulla manica, nel delizioso paesino di Perros-Guirec.
Le spiagge di rena fine sono all’origine della fama di Perros che è uno dei più importanti centri balneari e turistici della così detta Cotes-d’Amor, dove il granito rosa impreziosisce anche la piccola chiesetta del paese, eretta come ex voto da un certo Sire De Barac, salvato da un naufragio.

Costa di granito rosa
Ancora una volta la natura ci regala spettacoli mozzafiato con lo scenario della costa di granito rosa, e continuando il nostro percorso, arriviamo nella famosa Ploumanac’h, una punta tutta rocce ed erosioni, dove vi è un faro che protegge i marinai, ricostruito dopo la distruzione del 1944 .

Faro di Ploumanac'h
Dopo una sosta e un fantastico pranzo, proseguiamo diritti fino a Saint Malo, città corsara per eccellenza. Questa città fortificata da bastioni è sempre stata isolata e non coinvolta nelle guerre dell’antichità tra Francia e Bretagna, un vecchio detto infatti diceva ne francese ne bretone, sono di Saint Malo. La città si arricchì quando i corsari controllavano i traffici navali nei mari del sud e in Sud America, pare che i primi coloni delle isole Malvinas o Falklands davanti all’Argentina, provenissero da Saint Malo.
Purtroppo la città fu distrutta completamente durante la seconda guerra mondiale, e ricostruita uguale a com’era, utilizzando gli stessi materiali nell’immediato dopo guerra.

I Bastioni di Saint Malo a metà mura il segno della marea
Consigliabile un giro sulle mura di cinta per percorrere quello che fu un vecchio giro di ronda da dove ammirare panorami fantastici e vedere l’effetto della marea sulla fortezza, il Fort National, posto su di un isolotto di fronte alla città e costruito come avamposto per proteggersi dagli attacchi inglesi nel 1689.
Per visitare l’isolotto si deve attendere la bassa marea, in questa zona l’effetto della marea è particolarmente marcato con differenze che possono far variare la profondità del mare fino a 12 /13 metri.

Fort National con la marea alta
Fort National con la bassa marea
A Saint Malo vi sono anche delle meravigliose spiagge di sabbia fine, la città, è una delle più visitate del nord della Francia.
Passiamo la serata tra le mura della città fortificata, con tutte le sue viuzze piene di negozietti carinissimi e caratteristici... la nostra tappa finisce qui …

Prossima meta... la baia di Mont St Michel…..

Commenti

pagnottella ha detto…
Ciao ragazzi! Che bello che visiate uniti ai miei lettori, anche io e il mio compagno amiamo viaggiare!!!!!
Abbiamo comprato un camper qualche anno fa, le gioie che ci regala sono immense!
Un abbraccio e a presto
lucy ha detto…
sappi che mi sono scaricata questo post, così stasera lo leggo con calma e forse forse convinco il maritino a portarmi,,vi ffaccio sapere se sono riuscita nell'intento!
la belle auberge ha detto…
Ciao! Vi ho scoperti casualmente scorrendo il blogroll di Chiara (La voglia matta). Complimenti per i contenuti e per le foto! A presto
eugenia
Unknown ha detto…
Wow...che posti stupendi...beati voi, chissà se un giorno riuscirò a vederli!!
ciaooo lady
Unknown ha detto…
Luoghi da sogno e immagini bellissime e molto suggestive!!! Complimenti, un abbraccio, a presto
Unknown ha detto…
Che belli questi racconti di viaggio, si sente che ve li siete gustati appieno come fossero dei piatti prelibati. Un bacione pellegrino!! Simona e Claudia
Federica Simoni ha detto…
wow che posti meravigliosi..e che foto super!!complimenti!ciao!
I VIAGGI DEL GOLOSO ha detto…
@ pagnottella
Ciao piacere di conoscerti.... siamo contenti che ti piacciano i viaggi e benvenuta tra i nostri lettori... un abbraccio anche a te e a presto ...

@ lucy
Speriamo tu riesca nell'intento lucy, ne vale davvero la pena ...
attendiamo tue notizie...
Ciao a presto ...

@ la belle auberge
Ciao Eugenia benvenuta... grazie della visita e dei complimenti....
torna a trovarci....A presto ...

@ Lady Cocca
Ciao Lady benvenuta...speriamo tu possa vederli, dal vivo sono ancora più belli...Grazie della visita a presto ...

@ Lady Boheme
Grazie Lady, sempre carina e gentile, un abbraccio anche a te a presto ...

Le pellegrine Artusi
Grazie ragazze... un bacio goloso a entrambe...

@ Grazie Federica molto gentile Ciao a presto ...
Royal cake ha detto…
Che bello, amo viaggiare, anche solo con la fantasia, grazie per averlo reso possibile stasera
Chiara ha detto…
che bei ricordi della Bretagna...Quella ricetta mi attira molto, vedo se trovo qualcosa di buono in pescheria...buon we!
germana ha detto…
Che viaggio fantastico!!!
Baci e buona domenica
simonetta ha detto…
Docici anni fa esattamente a Plougastel ho rotto l'obiettivo della nostra cara macchina fotografica, amncora manuale ma che ci ha regalato tanti ricordi e impresso tante emozioni. Viaggio mitico quello in Bretagna.

Post più popolari