UN VIAGGIO & UNA RICETTA

Calamari al verde con piselli
Bayeux
Oggi per la rubrica Un Viaggio & Una Ricetta vi presentiamo Bayeux e il suo arazzo, cittadina nel cuore della Bretagna tutta da scoprire e i calamari al verde con piselli ...
Inutile dirvi che nel nostro girovagare per la Bretagna abbiamo mangiato parecchio presce ....

IL VIAGGIO
Bayeux e il suo arazzo

A pochi chilometri dalle spiagge dello sbarco, situata nel cuore di una regione agricola cosparsa di fattorie fortificate, Bayeux è un luogo da non perdere assolutamente se vi trovate in Normandia.


In venti secoli di storia la cittadina di Bayeux si è arricchita di un patrimonio architetturale fuori dal comune e straordinariamente conservato, dalle cime dei tetti in ardesia, alle grondaie in rame, fino alle case antiche, le boutique eleganti e le dimore signorili.
Vi sono strade in cui è piacevole passeggiare e i balconi fioriti, i giardini pubblici perfettamente curati, danno al visitatore la sensazione di essere in un luogo fuori dai nostri tempi moderni.

Un particolare edificio
La maestosa cattedrale in stile gotico, visibile da ogni punto della città, è uno splendido edificio risalente al secolo XI.

La cattedrale
Bayeux è famosa per il suo arazzo, noto come l’arazzo della regina Matilde, che non è proprio un arazzo, ma un ricamo di lana su tela di lino, lungo 70 metri e alto mezzo metro, che racconta in immagini, lo svolgimento della spedizione in Inghilterra di Guglielmo duca di Normandia.


Come in un film all’interno di una moderna pellicola cinematografica, il racconto ricamato sull’arazzo si conclude spettacolarmente con l’impressionante evocazione della battaglia di Hastings, che permise al vittorioso Guglielmo di essere incoronato Re d’Inghilterra nel 1066.

L'arazzo
Sembrerebbe che l’arazzo cominciò a essere ricamato per volere di Oddone di Bayeux, fratellastro di Guglielmo il conquistatore, il quale  voleva ornare la nuova cattedrale di Bayeux, e sembrerebbe inoltre, che a ricamarlo con l’aiuto delle sue damigelle fu proprio la regina Matilde, infatti l’arazzo è chiamato “Tapisserie de la Reine Mathilde”
Vi è un particolare di una cometa disegnata sull’arazzo, e gli studiosi ritengono sia stata quella di Halley di passaggio e ben visibile al tempo, almeno secondo i calcoli dei modelli matematici scientifici moderni.                  
L’arazzo è un vero e rarissimo capolavoro, conservato e disteso all’interno di un lunghissima teca di vetro, in cui viene esposto  e accudito dal museo che lo ospita, il Centre Guillame le Conquérant.
Visitabile con una guida multilingue, il museo permette di scoprire tutto il mistero e il fascino che ruota intorno allo splendido arazzo, ricordandoci in più occasioni che “La Tapisserie de la Reine Mathilde” è una testimonianza unica al mondo della vita del secolo XI.

Un mulino nel centro di Bayeux
Se vi capita di trovarvi  in Normandia, Bayeux è sicuramente un luogo dove prevedere una sosta ….

LA RICETTA
Calamari al verde con piselli

Ingredienti:
500 gr. di calamari
200 gr. di piselli
2 spicchi d’ aglio
vino bianco per sfumare
prezzemolo
olio d’oliva

Preparazione:
Mettiamo in una padella con l’olio d’oliva un trito di prezzemolo e aglio, uniamo i calamari puliti e tagliati ad anelli, rosoliamo, sfumiamo con il vino bianco, aggiungiamo i piselli e lasciamo cuocere sino a che i piselli siano teneri e i calamari cotti, eventualmente unendo un po’ d’acqua. Serviamo caldi o tiepidi.
Un ottimo piatto delicato, marinaro e con il sapore della primavera.


Commenti

Federica ha detto…
La Normandia è davvero bellissima e questi calamari squisiti. Bacioni ragazzi, buon pomeriggio
Federica Simoni ha detto…
da leccarsi i baffi con questi calamari!!!ciao!
Dolci a gogo ha detto…
Un viaggio stupendo accompagnato da ottimi piatti cosa chiedere di piu!!bacioni,imma
Manuela e Silvia ha detto…
ma che bello, sembra non essere mai cambiato nel corso degli anni!!
Anche il piatto ci piace: semplice e leggero!
bacioni
Chiara ha detto…
conosco quei posti splendidi, ci tornerei subito!I calamari mi piacciono da morire...un bacione
Vanessa ha detto…
Bellissimo posto e gustosissima ricetta!!!!
Manuela e Silvia ha detto…
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Raffi ha detto…
wow... foto stupende, piatto strepitosooooooooooo
Romina ha detto…
Grandi golosi .... Bayeux non la conoscevo bellissima ...
Baci Romina
Cooking Elena ha detto…
Non sono mai stata da quelle parti, ma che desiderio mi è venuto! Sembrano così antichi, ricchi di cultura.. meraviglia!
Ottima anche la ricetta, originale..
Milena ha detto…
approfitto di questo commento per invitarti al mio nuovo contest, partito da qualche giorno, in collaborazione con Pedrini:

http://www.lascimmiacruda.info/2011/07/18/nuovo-contest-piatti-di-salvataggio/

spero tanto che tu sia dei nostri!!

a presto
Milena
Rosita Vargas ha detto…
Una ricetta bella che amo la pasta e molto di più se ci mostrano la bella Italia, sul mio blog ha anche mostrato le immagini del mio paese, ricette molto bella che amo, grande abbraccio.
Ciao, mi sono unita al tuo blog che e’ molto interessante e ne approfitto per un favore,sono in finale in un contest e se non e’ un problema ti chiederei di unirti al mio http://blog.giallozafferano.it/frogghina/ e di votare la mia ricetta,Il link del contest e’ http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/ clikkare su VOTA LA TUA RICETTA e dopo il primo elenco delle ricette partecipanti c’e’ la votazione e la mia ricetta e’ la seconda basta clikkare sul cerchiolino di Un pizzico di ..q.b. : Cheesecake salata .Grazie e a buon rendere
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maura ha detto…
Gran bel reportage come sempre..nn sono mai stata in normandia e vi assicuro che mi avete invogliato..il piatto so che e' buonissimo..BRAVI!!!1BACIO.

Post più popolari