I VIAGGIATORI GOLOSI SONO TORNATI !!!

Con il mese di Settembre ..... Siamo tornati !!!
Dopo un periodo di riposo rieccoci a proporre ricette, viaggi e altre novità che arriveranno prossimamente ...
Intatnto vi auguriamo un buon mese di Settembre e vi proponiamo per la rubrica "Un Viaggio & Una Ricetta" Fagottini di Crepes e Mont Saint Michel ...
Nel nostro girovagare per la Francia di Crepes ne abbiamo assaggiate di tutti i tipi ....

Fagottini di Crepes


Il Viaggio
Mont Saint Michel

Immaginate una baia apparentemente deserta, il vento che vi accarezza il viso e ogni tanto qualche folata più forte, quasi vi schiaffeggia. Immaginate l’odore del mare, un silenzio mistico, la sabbia morbida sotto i vostri piedi, e una sensazione di benessere diffuso. Ora immaginate un sottofondo di canto gregoriano, poi alzate la testa, davanti a voi apparirà una roccia imponente …. siete davanti a Mont Saint Michel ….


Questa potrebbe essere la sensazione che provavano i pellegrini arrivando a Mont Saint Michel a piedi, e che potreste provare anche voi attraversando una parte della baia seguendo le guide, in un’escursione spettacolare costeggiando le sabbie mobili, organizzata per i visitatori quando la marea si è ritirata ….


Mont Saint Michel è li, in mezzo a una grande baia tra la Bretagna e la Normandia, imponente e maestoso, che vi aspetta con tutto il suo carico di storia millenaria, pronto a regalarvi emozioni inaspettate, con la marea che due volte al giorno, arrivando e andandosene, lo trasforma da monte roccioso, a isola in mezzo alla baia. In questo luogo mistico, la leggenda spesso è prevalsa sulla realtà, in alcuni casi è stata la realtà a prevalere sulla leggenda, con storie e racconti di apparizioni e fenomeni inspiegabili razionalmente …
Consacrato a san Michele nel 708 a seguito di apparizioni miracolose, l’isolotto nel 966, fu affidato dal duca di Normandia ai Benedettini i quali, a partire circa dall’anno mille, sino al XVI secolo, intrapresero una serie di lavori di ristrutturazione fino a renderlo “la meraviglia dell’occidente” appellativo guadagnatosi con pieno merito.
Costruito a strati un po' come la società del medioevo, si presenta con le case nella parte bassa (i fedeli) cinto di bastioni fortificati (la difesa) e in cima l’abbazia con la cattedrale a vigilare tutto ( la fede) sulla punta più estrema, San Michele ….
Per giungere al monte si deve percorre una strada su di un istmo che oggi fa anche da diga e parcheggiare nell’ampio piazzale. E’ consigliabile informarsi bene sull’orario della marea e quanto questa sarà importante, visto che l’altezza della marea prevista, condiziona la visita, a causa del fatto che il piazzale e parte dei parcheggi vengono sommersi dall’acqua. Oggi la diga su cui corre la strada che porta al monte non viene più invasa dall’acqua completamente come un tempo, da una parte è meglio per la vita all’interno di Mont St Michel, dall’atra però, è venuto meno il fascino dell’isola completamente isolata, anche se lo spettacolo della marea che invade tutto rimane inalterato …..
Quando si entra a Mont St Michel si devono attraversare tre porte fortificate e ci si trova in una via stretta che vi delizia con ristorantini, negozi e qualche hotel come una cittadina normale, ma in pieno stile medioevale. La prima attrazione è la famosa locanda di Mère Poulard, che vi accoglie con la fantastica frittata chiamata l’omlette de la Mère Poullard, una ricetta storica di una particolare frittata che viene accompagnata a crostacei, verdure e tutto ciò che di goloso vi può venire in mente ….


La via prosegue caratterizzata da insegne e negozi in stile medioevale, continuando si comincia l’ascesa verso l’abbazia. L’ascesa è imponente, una scalinata ripida è l’unico accesso, ma arrivare in cima ne vale la pena.


Lo spettacolo della baia è mozzafiato, visitare la sala delle guardie, il refettorio, il bellissimo chiostro, le sale degli amanuensi e l’abbazia in tutte le sue meraviglie, è un interessante tuffo nel passato. 


Una tappa a Mont Saint Michel è irrinunciabile se si passa tra la Normandia e la Bretagna, e quando cala la notte, attendendo nuovamente la marea, lo spettacolo continua …


La Ricetta
Fagottini di crepes ai gamberi e scorfano in salsa di funghi

Ingredienti (4 persone)

Per le crepes:
1 uovo intero
3 cucchiai di farina
200 ml. di latte
1 pizzico di sale fino
Olio
Foglie di porro(per legare i fagottini)

Per il ripieno:
1 filetto di scorfano(300 gr.)
200 gr. di gamberi
1 spicchio d’aglio
prezzemolo
olio e sale
vino bianco q.b.
150 gr. di ricotta
parmigiano grattugiato
Per la salsa:
300 gr. di funghi champignon
1 spicchio d’aglio
prezzemolo
olio e sale
2 cucchiaini di farina
100 ml. di latte

Preparazione:
Iniziamo a preparare le crepes sbattendo l’uovo con una frusta, aggiungiamo la farina, il sale e infine il latte, lasciamo riposare il tutto almeno 30 minuti.
Nel frattempo prepariamo il ripieno tritando prezzemolo e aglio, lo mettiamo in una padella con dell’olio appena soffrigge, aggiungiamo il filetto di scorfano e i gamberi già puliti precedentemente, saliamo e li facciamo cuocere voltandoli leggermente e diamo una sfumata col vino bianco.
Quando il vino sarà evaporato, spegniamo il fuoco lasciare raffreddare e poi passiamo il tutto al mixer,aggiungiamo la ricotta e il parmigiano diamo una bella mescolata e il ripieno è finito.
Ora riprendiamo la nostra preparazione per le crepes e andiamo a formarle, ne dobbiamo fare 4, ungiamo quindi la padella apposita mettiamola al fuoco e quando è calda versiamo con un mestolino un po’ del liquido facendolo scorrere velocemente in tutta la padella, quando si stacca dal fondo la giriamo dall’altra parte per qualche secondo e poi la facciamo scivolare in un piatto, proseguiamo con le altre 3, ora le nostre crepes sono pronte.
E’ il momento di fare la salsa, tritiamo prezzemolo e aglio mettiamolo in un tegame con l’olio soffriggiamo leggermente e aggiungiamo i funghi champignon già puliti e a fettine o tocchetti come preferite,saliamo trifoliamo il tutto e quando vediamo che sono pronti spolveriamo con la farina e infine aggiungiamo il latte che appena si addenserà formerà un crema, a questo punto è pronta.
Siamo arrivati alla formazione del fagottino, prendiamo le crepes mettiamo al centro il ripieno e le chiudiamo usando una foglia di porro sbollentata, le posiamo nel tegame della salsa di funghi e mettiamo al forno a gratinare una decina di minuti controllando che il bordo non bruci ma assuma un bel colore bruno.
Disponetele in un piatto e buon appetito !


Commenti

Chiara ha detto…
Bentornati ! Ricordo la Mere Poulard, ho fotografato i cuochi in quella splendida cucina a vista, che bei ricordi!bellissimo post!Un abbraccio
Unknown ha detto…
davvero ottimo! ^^ e che posti splendidi... sembra di essere catapultati indietro nel Medioevo!
Greta ha detto…
Ragazzi che rientro alla grande! Fantastiche queste crepes...e che dire del viaggio che ci avete proposto, ho voglia di partire di nuovo! Buona giornata ciaooooo
Anonimo ha detto…
che spettacolo! Mont Saint Michel deve essere uno di quei luoghi dove il tempo sembra essersi fermato, dove si respirano pace e serenità.
Valeria (Wallie) ha detto…
Bentornati! E che bei posti... e che bella ricetta!! Mi avete fatto venire voglia di crepes, e di partire..ma devo aspettare ancora 10 giorni...
Rosalba ha detto…
Vi adoro golosi !!!
Quando fate questi post ...
Bentornati e un bacione...
Rosalba
Loredana ha detto…
Che voglia di vedere un posto così bello e...che fame voglio un fagottino!!!
ciao loredana
Teresa Balzano ha detto…
Bentornati!!
Oh mamma mia che spettacolo!!!
Dal vivo deve lasciare a bocca aperta!

E le crepes....deliziosi questi fagottini!
Ilaria ha detto…
Bentornata!!!
Mont Saint-Michelle ha un fascino del tutto particolare... quell'alone di mistero sempre vivo.
Anche noi siamo stati in Francia e le crepes sono insuperabili!!! Con questo bel piatto mi hai fatto tornare quel certo languorino...
Federica Simoni ha detto…
bentornati..e alla grande!!!!!!!complimenti!
vickyart ha detto…
Bentornati! è il mio sogno! prima o poi ci andrò!E' uno di quei luoghi dove il tempo sembra essersi fermato! deliziose le crèpes!
Al Cuoco! ha detto…
Desidero vedere Mont Saint Michel da una vita!! che meraviglia!
Bentornati!!
ciao :)
Romina ha detto…
Ciao ragazzi torno da St Michel sono arrivata ieri ...
Che meraviglia.... se volete porto il video e voi mi offrite quei favolosi fagottini ...
Bacioni Romina
Kucina di Kiara ha detto…
Bentornati! E alla grande direi! Bellissimi i posti visitati e delizioso il fagottino! Un bacione
Maura ha detto…
E come si vuol dire FINALMENTE SIETE ARRIVATI!!!E alla grande direi il mio piatto preferito...primo posto nella mia classifica..BRAVISSIMI.Bravo Marco il reportage e'fantastico..1Bacione.
speedy70 ha detto…
Bentornati ragazzi, con uno spledido reportage, che luoghi incantevoli, e che piatto delizioso!!!!!
Anonimo ha detto…
Ciao,bentornati ragazzi!!!!:-))
Fantastici i fagottini e favoloso quel posto,che conosco molto bene..:-))
Un bacione a presto**
Flavia Galasso ha detto…
Oh..ma che ricordi....a La Mère Poulard ci abbiamoa nche dormito..., mangiato e conservo le loro scatole di latta...gelosamente..... ragazzi bentornati...... un abbraccio, Flavia

Post più popolari